La sindrome dell’intestino irritabile o irritable bowel syndrome (IBS) è un disturbo gastrointestinale funzionale comune e spesso permanente. E’ una disfunzione cronica continua o intermittente del tratto gastrointestinale, la sindrome dell’intestino irritabile (IBS), sembra essere dovuta alla disregolazione della comunicazione cervello-intestino-microbiota. Inoltre, il “microbiota” ha un forte impatto sulla comunicazione bidirezionale dell’asse cervello-intestino.                                                  Si presenta con dolore addominale che migliora dopo l’evacuazione, si alternano fasi diarroiche a fasi di stipsi. Questo mina notevolmente la qualità della vita inducendo anche spossatezza.          L’andamento è cronico a carattere fluttuante, e nel corso degli anni la riacutizzazione dei sintomi coincide con eventi  stressanti, sia di tipo fisico che di tipo psichico.

Cause?

Molteplici , dovute a fattori sia di tipo psicosociale come aspetti  cognitivi ed emotivi che a fattori biologici come alterazione mobilità tratto digestivo, sensibilità visceri, flora batterica, infezioni intestinali. A questo possono sommarsi intolleranze od allergie di tipo alimentare, l’utilizzo cronico di farmaci. Chi soffre di IBS spesso potrebbe presentare anche episodi di cefalea, ansia, depressione, fibromialgia, fatica cronica, mal di schiena, insonnia, dolore pelvico, dolore all’articolazione temporo-mandibolare.

Come viene trattata la Sindrome dell’Intestino Irritabile?

Normalmente viene trattata con educazione alimentare e dello stile di vita, idratazione e attività fisica, integratori, fermenti lattici, antinfiammatori , antispastici, ansiolitici, antidepressivi ecc…. e terapie complementari.

Tra le terapie complementari dell’ IBS vi è anche l’Osteopatia. Esistono innumerevoli studi che hanno dimostrato che l’intervento Osteopatico ha una funzione considerevole nel migliorare la qualità della vita di chi soffre di tale patologia attenuando la severità dei sintomi in particolare del dolore addominale. Il trattamento manuale osteopatico (OMT) si concentra sui sistemi nervoso e circolatorio, colonna vertebrale, visceri e diaframmi toracici e pelvici.  Il  fine è quello di ripristinare l’equilibrio omeostatico, normalizzare il flusso ematico, quello linfatico e l’equilibrio del sistema autonomo per migliorare la normale motilità ed elasticità dei visceri o delle strutture peritoneali attorno ad essi.